Giovanni Mocanu

Torna agli attori

Un respiro lungo, un brivido che scorre piano piano nella schiena, investe il cervello e avvolge tutto il corpo… anzi l’anima.
Qualche attimo che sembrano un’eternità.
Un altro respiro. Profondo… e poi si entra.
Senti il silenzio assordante del pubblico inerte, attento a qualsiasi tuo passo, a qualsiasi tua battuta, parole che non sono tue, ma che fai tue.
Il corpo cerca di seguire le parole che reciti e infondere loro l’emozione che ispirano.

Recitare è una bugia, devi imporre a tutto il tuo corpo di seguire un discorso che hai memorizzato, ma che non ha collegamenti col tuo vissuto.
Imponi al tuo essere, di seguire le emozioni che non hai visuto…..

GIOVANNI MOCANU
giovane attore